SI CONCLUDE IL CONCORSO ‘L’AMBIENTE CHE VORREI’ CON UN’ALTA PARTECIPAZIONE DEGLI STUDENTI VICENTINI



Si è concluso in maniera positiva il bilancio della seconda edizione del concorso dedicato al tema “L’ambiente che vorrei” ideato dall’Associazione Progetto Marzotto e realizzato in collaborazione con la Regione del Veneto, la Provincia, il Comune, l’Ufficio Scolastico Territoriale, la Prefettura di Vicenza e Il Giornale di Vicenza.

Sono 500 i progetti presentati da 119 istituti tra Vicenza e provincia che hanno partecipato con una percentuale di adesione molto equilibrata tra le tre fasce di scolarità coinvolte: sono, infatti, 166 i lavori arrivati dalla scuola primaria; 167 quelli dalla scuola secondaria di primo grado; 167 quelli pervenuti dalla scuola secondaria di secondo grado e dai centri di formazione professionale.

Affrontato con declinazioni differenti a seconda degli istituti interessati, il tema ambientale è stato interpretato nella maggioranza dei casi con documentazione di testo (218 progetti); alto il ricorso al medium della fotografia e all’immagine (157), come pure, in percentuale, quello del video (72). 48 gli elaborati più articolati, attraverso un intreccio dei linguaggi più diversi; 4 quelli presentati sotto forma di file audio (canzoni).

Si apre ora la fase di pre-selezione dei lavori da parte di una commissione tecnica composta da quattro insegnanti che dovranno individuare, ciascuno per la propria area di competenza, una trentina di elaborati per ogni fascia di scolarità, da sottoporre, il prossimo settembre, alla scelta definitiva della Giuria.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 6 ottobre al Teatro Comunale di Vicenza e vedrà l’assegnazione delle 27 borse di studio per gli studenti e 3 per gli istituti.